Succhi per tutte le tasche!

Spesso consigliamo di consumare abbondanti succhi per aggiungere facilmente molta frutta e verdura alla nostra giornata. I succhi estratti di frutta e verdura sono ricchi di acqua, sali minerali, vitamine, enzimi e fitonutrienti e sono un cibo eccellente per l'uomo.



In ogni momento della giornata un succo fresco e appena spremuto ci dona carica ed energia pronta all'uso.
Essendo privo di fibre il succo permette di essere consumato anche a chi normalmente ha problemi digestivi o problemi intestinali.



Esistono anche diverse terapie basate sul consumo di succhi: il metodo Gerson e la dieta del pH alcalino per esempio, ma anche molti altri consigliano il consumo di questi alimenti così potente e naturali.

Per ottenere un succo dobbiamo utilizzare una centrifuga o un estrattore. Sul mercato ne esistono di molti tipi e molti modelli. Gli estrattori sono normalmente molto più efficienti delle centrifughe e per questo le preferiamo, ma essendo prodotti relativamente nuovi sul mercato sono ancora piuttosto costosi. Girano a bassa velocità scongiurando il rischio di riscaldare troppo i succhi. Si differenziano dalla centrifuga anche perché non hanno una grattugia ma una coclea che "mastica" il cibo e lo spreme. La coclea più essere orizzontale o verticale.

Ho avuto modo di provarne diversi, dalla Angel (circa 1000€, riconosciuta come il top dei modelli) doppia coclea, a Oscar (330€, orizzontale) e all'ultimo arrivato di Hotpoint-Ariston (199€, verticale).


Sia Oscar sia Hotpoint-Ariston sono in grado di gestire molto bene il sedano, mio prezioso alleato in estate ma anche in altre stagioni.


Commenti

Anonimo ha detto…
quindi significa che l'ariston
non ha particolari svantaggi rispetto all'Angel? Dunque si possono risparmiare 800 euro...?
info@saltonelcrudo.it ha detto…
sono due macchine diverse, con tecnologie diverse e prezzi diversi. ritengo che la ariston sia adatta ad un consumo giornaliero di succhi soprattutto per chi vuole iniziare senza fare grandi investimenti.
Roberto Cinelli ha detto…
Quindi la consigli rispetto ad un hurom 100 che posso comprare a 300€?
Roberto Cinelli ha detto…
Quindi consigli l Ariston rispetto magari ad hurom #100?
info@saltonelcrudo.it ha detto…
Hotpoint Arisotn costa 199€ in tutti i grandi magazzini. credo che il sapporto qualità prezzo sia imbattibile. Se non vuoi prendere questo ti consiglio un estrattore orizzontale, io mi trovo bene con Oscar
Anonimo ha detto…
Buongiorno, sto decidendo in questi giorni quale comprare, un amico mi ha consigliato il Versapers che costa circa 300€, ma vedendo l'Ariston mi sembra sia uguale.... 100€ di differenza sono un investimento in salute, ma dato il periodo... se le macchine solo molto simili potrei optare per l'Ariston... Mi potete consigliare? Grazie!
info@saltonelcrudo.it ha detto…
Per fare succhi di frutta polposa Ariston è molto adatto e permette di risparmiare molto. Attenzione che però se preferiamo fare succhi di verdura verde gli estrattori orizzontali sono più efficienti. Senza arrivare alla Angel io mi trovo molto bene con Oscar Neo, trovi i dettagli sul mio sito (http://site.saltonelcrudo.com/strumenti.shtml)
fiori di Bach On line ha detto…
Ho appena iniziato una dieta di transizione da onnivora verso la crudista. Sono un po' preoccupata per come affrontare le eventuali crisi di eliminazione tossinica...per questo vorrei fare un percorso graduale: ho cominciato ad introdurre una ricca insalatona di verdure crude come base per il pranzo da circa un mese, ora vorrei introdurre come abitudine una colazione a base di succhi di frutta (ho comprato un estrattore) sostituendo l'attuale cappuccino-cornetto, per circa 15 giorni e solo dopo introdurre un aperitivo prima di cena a base di succhi verdi di verdura. pensavo una quantità di succo di circa 300 ml, sia per quello di frutta del mattino, sia per il succo aperitivo della sera (quindi circa 400-500 gr di frutta pesata prima di estrarre il succo, idem per la verdura dell'aperitivo). Che dici può andar bene o è un cambiamento troppo veloce? sono un pò preoccupata...da più parti leggo che le crisi possono essere pericolose. Grazie per la risposta.
cinzia
info@saltonelcrudo.it ha detto…
@Cinzia: le crisi di detossinazione cambiano molto da persona a persona,infatti ognuno di noi ha un passato diverso e un vissuto che portano ad avere crisi più o meno forti. Mi sembra che il tuo percorso sia ottimo, se vuoi sostutuire cappuccino e cornetto con un succo da 300 ml ci aggiungerei anche un frutto masticato, così non perdu subito la sensazione masticatoria!
Anonimo ha detto…
io sono un soddisfatto possessore di un estrattore "verticale" tipo Ariston ma coway-juicepresso e credo sia meglio di quelli orizzontali in quanto si ha la possibilità di tagliare molto meno frutta e verdura in quanto l'imbocco è molto più grosso rispetto ad estrattori come Oscar.. inoltre è stato recentemente messo in commercio un nuovo modello simile al mio che sembra molto interessante per la nuova concezione di funzionamento.. ci sto facendo un pensierino :-)
http://www.siquri.com/essenzia/#
Anonimo ha detto…
io non sapevo nulla di crisi eliminative e sono passata da onnivora a vegana tendenzialmente crudista dal giorno alla notte..dopo 40 anni di alimentazione non proprio pessima ma cmq onnivora perciò ricca di tossine. c'è da dire che non prendevo medicine da 30 anni se non 2 volte antibiotici..durante la seconda settimana ho avuto problemi intestinali pesanti e febbre che mi han fatto pensare ad un virus. invece ho perseverato e nel giro di una settimana è passato tutto. dopo altre due settimane di nuovo problemi intestinali ma senza febbre, passati in 3 giorni. settimana scorsa febbre mal di gola e tosse (ma non tosse normale, tosse asmatica come l'avevo da ragazzina prima di fare i vaccini desensibilizzanti per le graminacee). allora ho provato con 3 giorni di digiuno ad acqua. febbre passata, tosse passata subito ma il secondo giorno muco, brufoli dappertutto pieni di pus, mi è comparsa una cistite dopo aver continuato a far pipi scura, sudore maleodorante..di tutto di più. ho smesso il digiuno la sera del terzo giorno anche se non mi era passato tutto: mi sa di aver ricacciato dentro le tossine. ma il giorno dopo dovevo andare al lavoro!! smesso con un centrifugato e al mattino ho bevuto un succo fresco di frutta, dopo un paio di ore mangiato ananas, a pranzo insalata con semi oleosi e fetta di pane crudista di sole verdure essiccate. al pomeriggio frutta e la sera mezz'ora prima un centrifugato, poi verdura cruda e poi una cotta..in ferie proverò con una settimana di digiuno ma ho paura della cistite accidenti, l'avevo avuta una sola volta in vita mia per la quale mi avevano dato gli antibiotici e mi sa che invece era un modo per il corpo di spurgare tossine..adesso temo per tutte le tossine nei miei reni ma meglio che finire come mio padre con un solo rene e pure malato..cmq per chi può, meglio procedere per gradi!
Anonimo ha detto…
Mi chiedo perché commentare una conversazione facendo domande su altri concetti, quando si sta parlando di estrattori!!!!!