Ferragosto a diverse temperature!

Nel 2004 quando ho conosciuto il crudismo ho fatto un brusco cambio di alimentazione: da onnivora sono passata ad un regime alimentare igienista-crudista passando attraverso un digiuno idrico di 6 giorni. Spesso mi chiedono se questa sia la strada da seguire.

Ognuno di noi ha i suoi tempi e il suo percorso, non è facile e spesso è sconsigliato un cambiamento improvviso: il corpo si deve abituare al nuovo tipo di alimentazione gradualmente a meno di non essere decisi o costretti a dare una svolta improvvisa.

Ogni cambiamento nella nostra vita ci destabilizza e il cambio di alimentazione forse più di ogni altro cambiamento; per questo io consiglio spesso di fare piccoli cambiamenti quotidiani che giorno dopo giorno possano diventare nuove abitudini e per lo stesso motivo organizzo i soggiorni residenziali durante i quali possiamo imparare a preparare quotidianamente i nostri pranzi crudisti.

Se non hai ancora abbandonato tutti gli alimenti cotti puoi però scegliere di seguire una sequenza durante il pranzo:


  • per iniziare è meglio mangiare i cibi che più velocemente vengono digeriti: la frutta. Che appunto non va mai consumata a fine pasto. 


  • a seguire una ricca insalata o un piatto di verdure crude che ti aiuteranno a digerire meglio tutti gli alimenti successivi e ti aiuterà a ridurre la fame. Le verdure potrebbero anche essere consumare in forma di succo o di frullato. Un succo e un frullato normalmente non si condiscono per cui si potranno anche ridurre condimenti e sale dalla tua normale alimentazione.


  • un piatto cucinato (se ne hai ancora voglia), ma forse ne ridurrai molto la quantità :-)


Con questo tipo di sequenza la digestione sarà migliore, il corpo regolerà meglio il livello di acidità.
Alcuni alimenti favoriscono l'acidità del corpo, tra questi ricordiamo gli zuccheri e la farina raffinati, i latticini e derivati e tutte le proteine animali, per questo motivo suggeriamo di limitare i prodotti di origine animale e di aumentare molto il consumo di alimenti crudi.

Non solo l'alimentazione è responsabile del livello di acidità del corpo, anche l'attività fisica e la serenità psicologica hanno un ruolo chiave nella nostra salute.

Nei miei libri Il crudo è servito, Frullato e Mangiato e Dolce e crudo sono dedicate parti proprio a questo aspetto curate da Lucia Giovannini. Sarà più facile comprendere alcuni meccanismi che ci spaventano nel cambio di alimentazione ma che ci permetteranno di essere più liberi nelle nostre scelte alimentari.

Laura
Peace & Raw

Commenti