Tempo di conserve!

Ricordo molto bene il mese di settembre da piccola: era il mese della preparazione di conserve e marmellate: pentoloni che sobbollivano, barattoli ovunque, tanta collaborazione e soprattutto tanta soddisfazione tutto l'anno in cui i profumi dell'estate ricomparivano in cucina.

Anche io mi diletto a creare preparazioni da conservare per tutto l'inverno con due strumenti inseparabili: il frullatore e l'essiccatore.

Aspetto le arance per preparare le bucce essiccate che poi userò in tutti i dolci del prossimo anno, ma in questi giorni ho deciso di preparare una sorta di gomasio da aggiungere ad ogni piatto salato.

Ho pensato di prepararlo con alghe, semi di sesamo e semi di lino, una idea nata da alcune letture e alcune conversazioni con amiche: le alghe perché troppo spesso le dimentico nella mia alimentazione, il sesamo e il lino per le loro molteplici proprietà.

Dopo aver preso in mano le alghe dulse mi sono ricordata che la loro consistenza non mi aveva permesso in passato di macinarle come volevo, infatti non sono completamente secche come altri tipi di alghe e rischiano di impastare un normale macinino (come mi era successo anni fa).

Poiché da maggio ho conosciuto il frullatore Optimum 9400 e lo sto usando con grandi soddisfazioni ho pensato di metterlo alla prova anche con l'alga, ecco il risultato ottenuto in pochi secondi con le sue 6 lame:



e così ho preparato il mio mix da conservare e regalare alle amiche!



Come lo uso?
Aggiungo mezzo cucchiaino di questo mix alle insalate, alle verdure, alle zuppe. L'alga dulse è leggermente piccante e permette di ridurre molto il sale e i condimenti.

Come lo conservo?
Prima di chiuderlo nei barattoli di vetro lo essicco a 45° per asciugarlo perfettamente e poi lo conservo in baratoli di vetro conservati al buio (dentro un armadietto, in luogo fresco e asciutto).









Commenti